L'australia valuta l'apertura al gioco online

Un report interno compilato dal governo australiano ha come oggetto la legalizzazione di alcune versioni di poker online, il che da agli appassionati di giochi online australiani la speranza di poter presto scommettere su diversi giochi online e sport.

Il riesame intermedio della legge del 2001 sui giochi online includeva più di 30 raccomandazioni per rafforzare i diritti dei consumatori e affrontare temi di attualità sul gioco d'azzardo, come se le leggi già esistenti non fossero sufficienti. Le leggi australiane che bannano la maggior parte dei giochi d'azzardo sono state scritte più di 11 anni fa, molto prima che le applicazioni mobili e altre tecnologie incontrassero l'industria del gioco d'azzardo.

Il report elenca più di 2000 fornitori di giochi d'azzardo online che sarebbero in conflitto con le leggi attuali, e contiene anche la raccomandazione ad incrementare le misure di sicurezza (inclusa quella di chiedere agli ISP di bloccare tutti i siti di giochi d'azzardo) e di espletare pesanti pene per i provider senza licenza.

Tuttavia, non ci sono solo brutte notizie per i giocatori, dato che il riesame raccomanda di contrassegnare come poco sicure solo determinate forme di gioco online, come ad esempio le slot, e di eliminare le restrizioni per altre come ad esempio il poker online.

Il poker online potrebbe essere la prima forma di poker ad essere legalizzata, grazie alla sua natura che prevede un unico costo di iscrizione al contrario della slot machine dove bisogna scommettere in continuazione.

Le scommesse sugli sport potrebbero anche ricevere il via libera, anche se le microscommesse sul cricket e altri sport potrebbero rimanere illegali. Le scommesse sono già legali via telefono e di persona, e questa possibilità potrebbe essere estesa ad internet. Le micro scmomesse online - che sono piazzate su eventi frequenti come un servizio a tennis o una palla di cricket dentro o fuori - rimarrebbero comunque illegali online.