Storia dei giochi di carte

Ci sono giocatori che si appassionano subito al gioco ed alle sue regole e che non sono interessati alla storia dell'evoluzione del gioco, ma ci sono anche quelli a cui fa piacere imparare e conoscere la storia del gioco a cui stanno giocando. è per questa ragione che molti casino online e portali come CasinoOnlineItalia presentano articoli sulla storia di diversi giochi da casino, inclusi i giochi di carte come blackjack e baccara. Tuttavia non è facile trovare articoli sulla storia dei giochi a carte, ma in questo cercheremo di tracciare i momenti salienti dell'evoluzione degli stessi. 

Gli storici non hanno dubbi sul fatto che il gioco a carte è nato in China. Ci sono riferimenti al gioco a carte nella storia della famiglia reale cinese già nel nono secolo. Questo antico gioco cinese prevedeva quattro semi, e generalmente i numeri da 2 a 9 per ogni seme. I mercanti della via della seta portarono questo gioco dalla China fino all'India, il medio oriente e l'Egitto. In India il gioco si è evoluto differentemente, sviluppando più di quattro semi. Il gioco a carte come lo conosciamo oggi si è sviluppato in Egitto intorno al XII secolo.

Casino online storiaIn Egitto il gioco delle carte era usato praticato durante il regime di Mamluk Sultans, ed il mazzo che si usava è conosciuto oggi come il mazzo di Mameluke. Questo mazzo aveva 52 carte, in quattro semi di 13 carte ciascuno. I semi erano bastoni, monete, spade e coppe. Ogni seme aveva dieci carte numerate, identificate dal numero e dal simbolo del seme, e tre figure chiamate Re, ViceRe e Sotto Vice. Le figure presentavano disegni astratti, non persone.

I più antichi riferimenti al gioco a carte in Europa si hanno in Spagna nel 1371. Dopo di ciò riferimenti sono stati riscontrati in tutta Europa. 

Le prime carte da gioco erano fatte a mano, xilografate, e successivamente incise. Le carte stampate che conosciamo tutt'oggi vennero molto dopo. Tra le differenti località Europee c'erano similitudini e differenze. Le carte come le conosciamo oggi, con picche, cuori, quadri e fiori, sono nate in Francia verso la fine del XV secolo. Vennero presto riprese da diverse località in tutta Europa, ultima ad accettare il sistema Francese è stata l'Inghilterra, imponendolo così come sistema universale. In origine le figure erano chiamate Re, Cavaliere e fante, successivamente la Regina ha sostituito il cavaliere. 

Un cambiamento significativo avvenuto nel XVII secolo è stata l'introduzione del simbolo "indice" nell'angolo. L'importanza di questo cambiamento è evidente: si potevano riconoscere le carte senza aprirle completamente e questo permetteva di tenerle in una mano. Inizialmente nel mazzo Inglese il fante (in inglese "Knave") era abbreviato con Kn. Ma questo generava confusione con il Re ("King") abbreviato con K. A questo punto il fante è stato sostituito dal Jack, che tutti noi conosciamo. In altre nazioni l'indice dipende dal nome nella lingua del luogo. 

Una delle ultime innovazioni ha avuto luogo nel XVIII secolo. Questa riguardava il design doppio delle figure. Fino ad allore le figure erano rappresentate in lunghezza. Alcuni giocatori giravano le carte per metterle "dritte" e questo rivelava all'avversario che si aveva una figura in mano. Con il disegno specchiato, presente tutt'oggi, questo problema è stato risolto. Proprio come negli altri giochi, anche l'America ha contribuito allo sviluppo del gioco a carte, inventando il Joker nel 1870 in un gioco chiamato Euchre.